Advertorial

3 metodi per ridurre l’eccessiva stanchezza causata dal caldo record. Il terzo è il più curioso.

4.5/5

Questo è un termometro e ti mostra la temperatura più alta raggiunta quest’estate in una città italiana.

Invece quello qui in basso è l’articolo che ti spiega come puoi combattere l’eccessiva stanchezza causata da questo caldo infernale.

Se anche tu stai odiando queste temperature di caldo record perché ogni giorno ti sembra di percorrere la maratona di New York anche se hai solo trascorso una normale giornata lavorativa, allora ti piacerà leggere questo articolo.

Infatti, esistono vari metodi e strategie per ridurre questa eccessiva stanchezza che ti verranno presentati nelle prossime righe.

In particolare, verso la fine, ti consiglierò una soluzione che ritengo non solo estremamente efficace per esperienza diretta, ma anche perché:

  • È molto semplice, infatti devi attuare solo una singola azione;
 
  • Puoi attuarla mentre dormi, non devi sprecare tempo durante la giornata;
 
  • Molto economica, praticamente chiunque potrebbe permetterselo.
 

Tuttavia, ti consiglio di leggere tutto l’articolo perché potresti trovare utili indicazioni in ogni punto.

Caldo e stanchezza cronica record

Quest’estate è davvero incredibile.

Sembra che il caldo africano sia venuto a farci visita.

A giugno, soprattutto al centro ed al sud Italia, abbiamo percepito temperature di 8-11°C superiori alla media stagionale.

Per fare qualche esempio:

Foggia ha raggiunto i 44°C, Catanzaro 41°C, Siracusa addirittura 45°C. Fermo e Ascoli Piceno hanno raggiunto picchi di 40°C, 37-38°C a Perugia e a Campobasso. 

Gran caldo anche sul resto d’Italia. 

E sembra che ci accompagnerà per tutta l’estate.

Per quanto questo caldo (con le dovute accortezze) non è, o almeno non dovrebbe essere troppo dannoso, è anche vero che può causare altre importanti problematiche.

Prima tra tutte una stanchezza cronica.

Non so te, ma io appena esco di casa per iniziare la giornata lavorativa mi sento già stanco e questa sensazione di stanchezza aumenta sempre di più durante le ore successive.

Come conseguenza riesco a concentrarmi poco sulle attività quotidiane e sento una forte sonnolenza anche di prima mattina (tutto questo nonostante durante la notte mi impegno a dormire le tradizionali 7-8 ore consigliate dai medici).

Perché il caldo provoca questa stanchezza cronica?

L’intolleranza al caldo si traduce in una difficoltà dell’organismo a regolare il proprio equilibrio in modo da adattarsi alla temperatura esterna.

La normale temperatura umana oscilla tra i 36,5° ed i 37°C, quindi durante la stagione estiva il corpo per mantenerla stabile usa la sudorazione.

Sudore che secondo alcuni falsi miti sarebbe utile anche ad eliminare le tossine dal corpo (facendoci stare meglio). 

Magari il sudore aiuta a eliminare le tossine più superficiali, ma non quelle che servono a farci stare in forma smagliante.

Quest’ultimo è un compito riservato a fegato e reni che però spesso durante l’estate lavorano meno bene a causa del caldo.

Lavorando meno bene quindi il nostro corpo è sempre più appesantito da questi materiali di scarto che non vengono eliminati del tutto.

Questa situazione “ti condanna” a subire la stanchezza eccessiva che ti accompagna tutto il giorno.

Quindi per stare meglio durante la stagione estiva è importante dare una mano a questi 2 organi fondamentali del nostro corpo.

Ma come fare?

Le risposte dai nostri lettori

A tal proposito alcune settimane fa (prima del primo caldo infernale) abbiamo condotto un sondaggio. 

L’obiettivo era quello di capire come fanno i nostri lettori a contrastare la stanchezza derivante dal caldo torrido, tipico delle nostre estati.

Non eravamo sicuri di cosa aspettarci da questo sondaggio, ma siamo rimasti molto entusiasti delle risposte che abbiamo ricevuto.

In molti (anche attraverso la consulenza di esperti) hanno trovato delle soluzioni fantastiche.

Tra queste, abbiamo scelto di condividere in questo articolo, 3 soluzioni: quelle di Luca G., Giovanni M. e Francesco F. 

Abbiamo scelto loro perché ognuno ha ottenuto ottimi risultati. 

Alcune soluzioni sono più semplici e facili da applicare, altre sono più impegnative.. 

Ma tutte si sono rivelate efficaci stando alle loro parole.

Iniziamo dalla testimonianza di Luca.

Luca, il tradizionalista dell’alimentazione

Luca è un tradizionalista e si è consultato con il suo nutrizionista di fiducia per depurare nella maniera più corretta ed efficace fegato e reni.

Ed ecco com’è andata, ce lo facciamo raccontare direttamente da lui.

(Qui ora parla Luca che ci racconta la sua esperienza)

Durante la stagione estiva ogni giorno il caldo tende a farmi sentire veramente a pezzi. Le energie precipitano e non riesco a combinare nulla a lavoro.

Così lo scorso anno sono andato dal mio nutrizionista di fiducia per capire come potessi migliorare le mie giornate.

COSA EVITARE

Così lui ha iniziato a dirmi cosa evitare: 

Infatti, mi ha sconsigliato l’assunzione di latte, caffè e bibite gassate (bevande che sovraccaricano il fegato), da sostituire con acqua naturale e succo di mela senza conservanti e zuccheri aggiunti. 

Mi ha anche consigliato di limitare l’apporto di proteine animali e sale perché sono difficili da smaltire da parte dei reni (soprattutto a causa del caldo estivo).

COSA PREFERIRE

Quindi cosa mangiare?

Il nutrizionista mi ha consigliato di consumare alimenti facilmente digeribili 

che eliminano naturalmente le tossine dal mio corpo.

Quindi ho iniziato a mangiare alimenti a volte anche difficili da trovare in supermercato, ma che mi hanno aiutato tantissimo. 

Ecco un elenco parziale: 

  • Fumaria (ha un effetto diuretico e digestivo)
  • Equiseto (rinforza le vie urinarie) 
  • Verga d’oro (è consigliato un decotto, ha delle proprietà diuretiche, astringenti ed antinfiammatorie
  • Betulla (3 cucchiai al giorno del suo succo aiutano a ridurre la ritenzione idrica)
  • Carote (sono diuretiche e depurative)
  • Sedano (contrasta la ritenzione idrica) 
  • Barbabietole (è un ricostituente naturale che interviene contro stanchezza)
  • Rosmarino (contribuisce a ridurre lo stress e l’ansia)
  • Curcuma (protegge il fegato e aiuta la digestione)
  • Cumino (ha proprietà digestive e carminative, cioè evita il ristagno prolungato di gas nell’intestino)
  • Curry (alleviare l’affaticamento del fegato, fa bene alla digestione e disinfetta)

 

Tutto questo in poche settimane mi ha permesso di ottenere maggiore energia e ridurre la stanchezza. 

Potevo affrontare le giornate calde con maggiore entusiasmo, senza dovermi trascinare da un posto all’altro senza forze.

Peccato però che questo tipo di attenzione maniacale non è sempre facile da applicare con costanza. 

Infatti molti parenti ed amici che mi chiedevano come mai ero sempre così in forma e pieno di energie hanno iniziato ad applicare le mie stesse abitudini, ma poi hanno mollato.

Io stesso a volte non riesco a rispettare esattamente le indicazioni fornite dal mio nutrizionista. 

(Testimonianza di Luca terminata)

 

Quindi abbiamo capito che Luca ha usato un percorso classico, quello di andare dal suo nutrizionista e farsi consigliare quali alimenti evitare e quali preferire.

Questo gli ha permesso di avere maggiore energia, peccato però che lui stesso e le persone a cui ha offerto consiglio hanno considerato la procedura un bel po’ impegnativa.

Ci vuole una disciplina ferrea.

Proprio per questo abbiamo scelto di condividere anche la storia che ci ha raccontato Giovanni.

Giovanni è un appassionato delle discipline orientali ed ha scelto la riflessologia plantare per depurare il corpo dalle tossine.

Ecco la sua storia.

(Parla Giovanni, l’appassionato delle discipline orientali)

Sono un libero professionista che per lavoro è costretto a stare tutti i giorni davanti al computer. Per quanto questa non sia un’attività molto faticosa a livello fisico mi spreme molto a livello mentale.

Durante l’estate l’afa è così opprimente che già dalla mattina, appena arrivato in ufficio, mi sentivo esaurito. 

Sentivo come se un’energia negativa dal mio corpo si trasferisse alla testa, avevo gli occhi così pesanti che mi si chiudevano già prima di pranzo.

Poi sentivo le spalle così pesanti, sembrava quasi che qualcuno dall’alto mi stesse spingendo giù.

Per attenuare tutti questi effetti già qualche anno fa ho iniziato a fare affidamento sulla filosofia orientale, in particolare mi riferisco alla riflessologia plantare.

La riflessologia plantare è una tecnica creata dal medico statunitense William H. Fitzgerald che si basa sui principi della medicina cinese e giapponese.

ECCO COME FUNZIONA

Attraverso la digitopressione dei piedi il terapeuta riesce a stimolare le zone che sono direttamente collegate ad alcuni organi fondamentali del mio corpo (tra cui fegato e reni). 

Quindi agisce direttamente su 4 sistemi principali: nervoso, immunitario, endocrino e circolatorio.

In aggiunta a questo, la digitopressione (simile ad un massaggio un po’ più particolare) mi permette di rilassarmi durante la seduta.

Quindi la riflessologia plantare ritengo sia un ottimo metodo per depurare non solo il corpo ed anche la mente, proprio quello che faceva al mio caso.

Sono già 3 anni che vado da un terapeuta per effettuare sessioni costanti.

Mi sento sempre rinato ad ogni seduta e gli effetti salutari li noto non solo io, ma anche i miei clienti. 

Infatti, mi dicono che 3 anni fa ero più spento, spesso sovrappensiero. 

La digitopressione mi ha fornito un notevole aiuto. 

Oggi le calde giornate estive non riescono a farmi pesare la giornata lavorativa.

Capisco però che queste terapie non sono alla portata di tutti.

Infatti ci sono 2 problemi per quanto riguarda la riflessologia plantare: 

  • dovresti impiegare del tempo per fare ogni seduta (sono consigliate almeno 6-12 sedute da 40-50 minuti l’una) 
  • dovresti investire una media di 30-50€ a seduta a seconda del professionista a cui ti rivolgi.

 

Quindi consiglierei la riflessologia plantare a chiunque, purché si venga a compromessi con questi 2 inconvenienti (tempo da dedicare: 40-50 minuti a seduta per un totale di 6-12 sedute e costo impegnativo: dai 240€ ed i 480€ totali per ciclo)

(Testimonianza di Giovanni terminata)

 

L’esperienza di Giovanni ha mostrato i vantaggi della riflessologia plantare, molto più facile da applicare rispetto ad una dieta ferrea proposta dal nutrizionista.

Tuttavia è una soluzione non adatta a tutti.

Infatti, devi comunque avere del tempo libero da dedicare alle sedute e un impegno economico che non tutti sarebbero disposti a investire.

Questo ci porta alla strana soluzione che ha trovato quasi per caso Francesco.

Una soluzione all’apparenza banale, ma che per Francesco funziona e, l’abbiamo scoperto in seguito, funziona per tantissime altre persone in Italia.

Si tratta di una soluzione che ha tutti i vantaggi descritti poco fa della riflessologia plantare, senza i suoi 2 inconvenienti.

Ecco la testimonianza di Francesco e gli strani cerotti che ha trovato quasi per caso girovagando sul web.

(Parla Francesco, il cercatore delle opportunità)

Ti è mai capitato di voler risolvere un problema e andare alla ricerca della soluzione?

Bene, non è il mio caso.

Infatti, io sono stato decisamente molto fortunato.

La soluzione alla stanchezza causata dal caldo mi è comparsa davanti a me quasi per caso.

Girovagavo sul web nel tempo libero con un amico ed all’improvviso mi sono imbattuto in un prodotto veramente curioso: cerotti anti-stress

Cerotti che non servono per medicare le ferite, ma per estrarre dal nostro corpo tutte le impurità presenti (soprattutto le tossine presenti all’interno di fegato e reni).

Come è possibile?

Me lo chiedevo anch’io.

Non ho mai avuto esperienza con pratiche orientali (non che sia mai stato contro, semplicemente non ho mai approfondito la materia).

Come tutti, durante la stagione estiva anche io soffro le temperature afose tipiche del nostro clima. 

Il caldo butta giù un po’ tutti.

Avendo provato in passato altri rimedi che non hanno funzionato, o erano troppo complessi, ho pensato di informarmi meglio su questi strani cerotti.

Sono dei cerotti di origine giapponese, ma prodotti in Italia (chiamati Deto Patch) che permettono di ridurre le tossine del nostro corpo e quindi attenuare quell’eccesso di stanchezza che è tipico della nostra calda stagione estiva.

Cerotti semplici e naturali che vanno di moda perché riescono a stimolare gli stessi 63 punti del piede che stimolerebbe un esperto di riflessologia plantare.

La cosa interessante è che costano veramente poco.

Questo all’inizio mi ha portato a dubitare potessero funzionare.

Ma ho provato tante soluzioni, perché non dovevo provare anche questa?

Ed infatti li ho presi.

Ho utilizzato i cerotti Deto Patch per 3 settimane (il periodo indicato) e mi sono sentito subito meglio già durante il loro utilizzo.

Alla fine del ciclo mi sentivo come se mi si fosse stato tolto un peso che mi trascinavo dietro. 

Come può essere?

Quando utilizzerai Deto Patch noterai qualcosa di curioso.

Dopo aver dormito con i cerotti applicati alla parte inferiore dei piedi, il mattino seguente mi sono stupito di vedere i cerotti completamente neri (anche se prima di dormire avevo lavato i piedi).

L’impatto è forte.

Se guardando delle foto può sembrare qualcosa di strano, provandolo sul proprio corpo resti a bocca aperta. Soprattutto dopo la prima notte.

Vedendo i cerotti neri sai che hanno fatto il loro lavoro e che il tuo corpo era pieno di scorie che dovevi eliminare (il motivo per cui ti trascini tutto il giorno in preda ad una stanchezza).

Nonostante l’evidenza il giorno dopo ho continuato a chiedermi:

Come fanno dei cerotti ad estrarre le impurità presenti all’interno del mio corpo?

Per certi versi è affascinante, ma la cosa importante non è come funzionano (conta il fatto che funzionano veramente bene).

Con il passare dei giorni ho notato che piano piano quel colore nero è diventato via via più chiaro. Prima marrone, poi marroncino e infine molto chiaro.

Questo è accaduto in un arco di 15 giorni perché ho seguito con costanza tutto il ciclo consigliato. 

Ma è davvero semplice.

Ti lavi i piedi, applichi i cerotti, vai a dormire e al mattino li stacchi.

Ovviamente dopo la mia esperienza strepitosa ho iniziato a consigliare Deto Patch a tutti: amici, parenti e colleghi.

Ovviamente lo consiglio anche ai lettori del blog.

(Finita la testimonianza di Francesco)

Ora conosci anche l’esperienza di Francesco.

Una persona che per caso ha trovato una soluzione bizzarra. Una soluzione funzionante e che quindi ci ha consigliato.

Spinti dal suo consiglio abbiamo provato anche noi stessi i cerotti in redazione e posso confermarti quanto di buono ci ha raccontato Francesco.

Ed anzi aggiungo una cosa.

Deto Patch utilizza gli stessi principi della riflessologia plantare di cui ci ha parlato Giovanni nella testimonianza precedente, ma ha 2 vantaggi aggiuntivi:

  • li applichi prima di andare a dormire, quindi eviti di sprecare tutto il tempo che impiegheresti durante le sedute di riflessologia;

il ciclo completo che viene consigliato (15 coppie di cerotti da applicare per 15 notti) ha un prezzo 5-10 volte inferiore ad un percorso completo di riflessologia (infatti, quest’ultimo ti costerebbe tra i 240€ ed i 480€, non proprio alla portata di tutte le tasche).

Ecco cosa puoi aspettarti usando Deto Patch in 6 punti

1- La medicina convenzionale tratta i sintomi, mentre Deto Patch arriva alla radice del problema aiutando a espellere le tossine.

Deto Patch è stato sviluppato sulla base della medicina orientale e di una saggezza secolare. 

Affronta la vera causa nascosta dietro a molti sintomi dell’organismo aiutando a rimuovere dal corpo le tossine, la radice di molti dolori e problemi.

2- Deto Patch è naturale e rispettoso della natura

Deto Patch è realizzato con delle erbe che si trovano nelle foreste giapponesi! È completamente naturale. 

Le erbe sono di origine asiatica collaudate da secoli dagli antichi guaritori. 

La produzione dei cerotti Deto Patch non è fonte di inquinamento, i cerotti sono infatti rispettosi della natura.

3- Aiuta ad alleviare lo stress

Uno dei benefici principali di Deto Patch è la riduzione dello stress. 

I cerotti danno sollievo alle piante dei piedi di notte, e si sostiene che siano in grado di aiutare a liberare il corpo dallo stress e dall’affaticamento accumulato durante il giorno.

4- Aiuta a ridurre l’ansia

Deto Patch promette inoltre di aiutarti a ridurre l’ansia. 

In pochi giorni di uso dovresti sentirti più tranquillo e avere al risveglio una maggiore chiarezza nella mente e nel corpo.

5- Per un sonno migliore

Che tu abbia problemi a dormire o meno, Deto Patch può aiutarti a migliorare il sonno dando sollievo alle piante dei piedi, facendoti dormire beatamente e migliorando la qualità del sonno, per un risveglio riposato e attivo.

6- Effetti anti-età

Deto Patch è un prodotto anti-età: migliora la tua pelle e gli organi! 

La rimozione di tossine aiuta a liberare i pori, quindi con il tempo dovresti vedere una riduzione dell’acne e di altri problemi della pelle.

Con Deto Patch avrai una pelle luminosa e giovanile!

Quindi siamo davvero felici di consigliarli.

Soprattutto considerando che li abbiamo provati personalmente.

Alla fine del ciclo ci piacerebbe sapere se la tua sensazione di stanchezza giornaliera sarà diminuita in modo drastico e il tuo grado di concentrazione sarà aumentato.

Sulla pagina di vendita ufficiale scoprirai anche quali sono i 4 ingredienti (che l’azienda ha chiamato FORZA 4) di cui sono composti. 

Sembra che il segreto dell’efficacia di questi cerotti sia tutta lì.

Un altro vantaggio riguarda il fatto che ora li trovi anche a prezzo scontato.

2021 Tutti i Diritti Riservati  – Cookie – Termini e Condizioni – Privacy Policy – Contatti

*Clausola di non responsabilità per la salute: Deto Patch NON è un dispositivo medico e questo sito Web NON è destinato a fornire consulenza medica o a sostituire la consulenza medica e il trattamento da parte del proprio medico personale. Il prodotto non intende trattare o curare alcuna patologia. L’efficacia è soggettiva e non è garantito alcun successo. Si consiglia ai visitatori di consultare i propri medici o altri professionisti sanitari qualificati in merito al trattamento delle condizioni mediche. L’autore non può essere ritenuto responsabile per qualsiasi incomprensione o uso improprio delle informazioni contenute in questo sito o per qualsiasi perdita, danno o lesione causati, o presunti essere causati, direttamente o indirettamente da qualsiasi trattamento, azione o applicazione di qualsiasi dispositivo discusso in questo sito Web. Tutti i marchi commerciali contenuti nel presente documento appartengono ai rispettivi proprietari. Facciamo del nostro meglio per mantenere aggiornate le informazioni contenute in questa pagina, ma le norme e i regolamenti cambiano frequentemente: di conseguenza, non possiamo essere ritenuti responsabili per inesattezze. www.solo-benessere.com recensisce prodotti di cui non è nè il produttore, nè il fornitore diretto. In caso di problematiche sui prodotti recensiti, è necessario contattare direttamente il produttore o fornitore, con le modalità fornite dal produttore/fornitore. www.solo-benessere.com non si ritiene (e in nessun modo può essere ritenuto) responsabile per l’accuratezza, la completezza o la veridicità del materiale pubblicato, tantomeno per eventuali danni.